SETTORI DI ATTIVITA'

Residenzialità leggera

“La Casa di Daria” e “La Casa di Maria Teresa”

 

 

Clicca per ingrandire
Clicca per ingrandire

Organizzazione e responsabile

La Cooperativa Sociale “Luciano Donghi” accreditata per la gestione del Centro Diurno Di Riabilitazione Psichiatirica di Lissone ha ottenuto l’autorizzazione dalla ASL  della Provincia di  Monza e Brianza e alla Regione Lombardia per dare avvio ad interventi nell’ambito della residenzialità leggera.

Finalità ed obiettivi

In linea con la DGR 4221 del 28 febbraio 2007 a la 7861 del 30 luglio 2008, il progetto nel suo insieme ha il fine di sviluppare e proporre progetti abitativi destinati a soggetti che necessitino di interventi sia residenziali che di sostegno e accompagnamento all’autonomia e all’integrazione sociale e/o lavorativa, in sinergia con il Dipartimento di Salute Mentale e attraverso il supporto alle famiglie dei pazienti ed il raccordo con associazioni e cooperative della rete consortile del territorio.

Monza: “La casa di Daria” - Desio: "La casa di Maria Teresa"

La Cooperativa L. Donghi intende dare continuità al progetto residenziale avviato, a partire dal primo Novembre 2007, in collaborazione con il Consorzio Comunità Solidali e realizzato localmente dalla Cooperativa Donghi che in quanto ente gestore ha coordinato l’equipe di operatori coinvolti, offrendo e gestendo concretamente l’alloggio e che vede invece la regia locale deputata al Consorzio Comunità Brianza.

I requisiti degli appartamenti

L’appartamento denominato “La casa di Daria” si trova a Monza in via Foscolo, di proprietà dell’Associazione Stefania e dato in comodato gratuito alla nostra Cooperativa, in linea con la DGR 17 maggio 2004 n°VII7/17513 “Piano Regionale Triennale per la salute mentale”, risponde a tutti i requisiti previsti dalla DGR 30 luglio 2008 n°VIII/7861 e consente di erogare un programma di residenzialità leggera  in struttura abitativa collocate, al centro di Monza, in normale contesto residenziale urbano, in modo da agevolare i processi di socializzazione. L’appartamento è predisposto per un massimo di 3 posti letto.  L’appartamento denominato “La casa di Maria Teresa” si trova invece a Desio, risponde anch’esso a tutti i requisiti previsti dalla DGR 30 luglio 2008 n°VIII/7861 ed è predisposto per un massimo di 4 posti letto.

Individuazione dei pazienti da assegnare al progetto

L’individuazione dei pazienti da assegnare al progetto viene effettuata in collaborazione con i servizi psichiatrici e i servizi sociali  comunali territoriali.

Per essere accolti nel progetto di residenzialità leggera è necessario che tali persone siano in carico al servizio e che abbiano una diagnosi psichiatrica; abbiano la necessità di trovare una soluzione abitativa, diversa da una comunità.

E’ indispensabile, inoltre, che abbiano le potenzialità e le condizioni di base per vivere in autonomia con altre persone, nonché di affrontare un percorso finalizzato al raggiungimento di una buona indipendenza dal punto di vista della gestione dell’alloggio.

Durata della permanenza

Nella fase attuale la Cooperativa non intende predefinire una durate di permanenza presso l’appartamento, ma intende operare attraverso lo strumento del progetto individuale concordando con i servizi psichiatrici, i servizi sociali, i familiari e il diretto interessato obiettivi e tempi dell’intervento.

Il progetto individuale

Il programma di residenzialità leggera, per ogni utente, sarà quindi fondato su un Progetto Individuale che descrive: obiettivi, tempi, verifiche previste dal programma e attività necessarie a realizzare gli obiettivi definiti.

Il Progetto Individuale di residenzialità leggera sarà coerente con il Piano di Trattamento Individuale (PTI) elaborato a livello territoriale e rivolto al sostegno dell’autonomia acquisita dal soggetto.

 Il Progetto Individuale prevede l’erogazione di interventi finalizzati al mantenimento delle capacità sociali e/o la partecipazione a gruppi di risocializzazione e interventi riabilitativi di gruppo .

 Il Progetto Individuale prevede inoltre interventi di rete sociale, tra cui rientrano attività con il coinvolgimento del volontariato e di altri enti/associazioni

Il personale coinvolto nel progetto

ll programma di residenzialità leggera prevede la presenza di personale sociosanitario multi professionale in grado di fornire la propria assistenza tutti i giorni feriali, con presenze nei momenti principali della giornata e con l’impegno orario richiesto dalla situazione specifica.

 

 

 

 

Seguici su

FACEBOOK

Convegno Salute Mentale. Si terrà in Via Turati a Monza il 10 ottobre presso l'Urban Center
brochure salute mentale 2014.pdf
Documento Adobe Acrobat 1.9 MB

24 maggio 2014

Il programma della festa

Festa di compleanno

una giornata di corsi, giochi, musica e balli.

> vedi il programma

> scarica la locandina

Si svolgeranno in Cooperativa degli Incontri psico-educativi nell'ambito del progetto finanziato dalla Fondazione della Comunità di Monza e Brianza dal titolo "Famiglie: Lavori in corso"

Famiglie: lavori in corso
locandina def.pdf
Documento Adobe Acrobat 313.4 KB

Venerdì 27 Maggio alle ore 11:00 verrà finalmente inaugurato l'impianto fotovoltaico installato presso la nostra struttura. Seguirà un aperitivo presso il nostro bar

4 Gennaio 2011

La Fondazione della Comunità di Monza e Brianza Onlus ha pubblicato gli esiti dei bandi relativi al secondo semestre - anno 2010 ed il nostro

progetto "Il bosco in città" è stato selezionato!!  

Finita la costruzione della palestra attrezzata

Potete vedere le prime fotografie della nuova palestra disponibile per i nostri ospiti.